Aloe chinensis

Tra i vari tipi di aloe non poteva rimanere fuori l’aloe chinensis, simile alla specie barbadensis miller ma con delle sottili differenze.
Questa pianta aloe ha un prezzo leggermente più alto rispetto alle altre della sua specie dato che viene definita una pianta pregiata.

Aloe-chinensis
Un aloe chinensis di cactus-art

Aloe chinensis: come riconoscerla

Per riconoscere l’aloe chinensis basta notare le foglie leggermente sottili ricoperte da macchioline bianche e dalle spine sulle zone laterali, che raggiungendo i 20 centimetri di lunghezza.
Le foglie non si allargano di molto, tendono ad essere strette e compatte mantenendo la forma della pianta aloe con l’apertura verso l’esterno.

Aloe chinensis proprietà

Come nelle altre piante, l’aloe chinensis ha proprietà che possono essere usate a scopi fitoterapeutici:

  • Rivitalizza il midollo osseo
  • Stimola la produzione di endorfine
  • Antidolorifico
  • Antiossidante
  • Tonifica i capillari sanguigni
  • Capacità lenitiva sul prurito

Questi vantaggi dell’aloe chinensis sono da prendere in considerazione come le altre piante della stessa famiglia, infatti questa specie è commestibile ed è possibile anche mangiarla, l’importante è lavarla per bene tenendola a mollo per 10 minuti, giusto per darle il tempo di ammorbidirsi tagliando anche le eventuali spine.

Aloe chinensis: coltivazione in casa

Quando un principante si addentra nel mondo del giardinaggio, è consigliabile che inizia con delle piante grasse (definite anche piante succulente), in modo da poter iniziare a capire i meccanismi vitali delle piante.
Coltivare l’aloe chinensis significa avere a cuore queste piante, dal momento in cui hanno bisogno di essere nutrite, innaffiate e travasate nei periodi primaverili, ma nulla di complicato se vengono trattate nei modi giusti.

Il fiore dell’aloe chinensis

Nel mondo delle aloe ci sono somiglianze e diversità che caratterizzano ed etichettano ogni pianta con un nome diverso.
In questo caso il fiore dell’aloe chinensis somiglia molto all’aloe vera, dato che il fiore cresce fino a 30 centimetri di altezza con tubolari di colore arancione.
Il fiore anche se molto apprezzato come bellezza ornamentale, deve essere tagliato in modo da mantenere solo le foglie dell’aloe chinensis, fino a farle raggiungere la maturità nel migliore dei modi.